Elementi per una fenomenologia del litigioso.

23 Ago

Ce le ho tutte, a volte le sfodero in un colpo solo, altre volte me le diluisco durante la giornata.
Sono un po’ stressata, ve l’avevo detto?

prima o poi l'amore arriva. E t'incula.

Il Sinceropatico. È colui (o colei) che ha deciso di non tenersi dentro nulla, perché è fatto/a così: diretto, come un pugno alla mascella. Di solito esordisce con “posso essere sincero?”, tipo i vampiri che per entrare in casa e saltarti al collo devono essere invitati. La risposta giusta sarebbe “no, ti prego, continua a mentirmi per farmi piacere, mi piace la rasserenante ipocrisia che sottende il nostro rapporto”. E invece lo inviti a continuare e lì di solito parte un violentissimo tsunami di merda. Intendiamoci, io apprezzo la schiettezza, ma trovo che in nome della sincerità e della coerenza siano stati commessi i peggiori crimini contro l’amicizia e le relazioni umane. Fare uscire dalla bocca senza filtri tutto quello che ti è rimasto sullo stomaco, letteralmente non è la definizione di fare chiarezza, ma di vomitare.

L’unica reazione possibile all’attacco del sinceropatico è la tanatosi. Dicesi tanatosi la strategia…

View original post 417 altre parole

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: