Perchè la maggior parte delle famiglie hanno (solo?!) due figli?

1 Gen

E’ veramente un bel post (lungo) quello che rebloggo oggi, anche se vedo la questione da un lato più psicologico che di fede. Famiglie con tanti bimbi o famiglie con figli unici o al massimo de fratelli? Secondo me è solo questione di esperienza. L’esperienza, come dice la ragazza nel post, è quello che ti rende più saggio. Si dice che per diventare bravi in un task ci vogliano 10.000 ore di esperienza. 10.000 ore sono un anno e poco più. Credo che dopo quell’anno a tutte noi mamme primipare venga voglia, più o meno, di avere un altro bimbo. E con il secondo, se lo fai, capisci [e io parlo per ipotesi perché al secondo non ci sono ancora arrivata].

famiglia numerosa d'altri tempi

Anche se ogni bimbo è diverso peché ogni bebè ha la propria personalità, sai già che quel pianto potrebbe essere una colichetta, o che verso l’anno di età c’è la sindrome da separazione. Sai già come comportarti con i vaccini e come oganizzarti per lo svezzamento. Insomma, hai acquisito punti esperienza. E con il secondo sarà ancora meglio di com’è andata con il primo, perché sai cosa aspettarti. Sopratuttto se hai una buona organizzazione alle spalle, e un marito e una famiglia che ti sostengono, è tutto più facile.

In ogni caso, secondo me, da quel punto una mamma può scegliere cosa fare della sua vita, se essere mamma e lavorare, se essere mamma di 2 figli, di 5, di 7… La società è molto ambigua verso questo ruolo che sta cambiando nel giro di pochi decenni; da donna casalinga e componente di un nucleo familiare modello patriarcale, a donna manager in carriera che riscopre i propri diritti ma è senza tempo per la famiglia, arriviamo ad oggi cercando una via di mezzo in cui dobbiamo essere noi a scegliere quello che è giusto per noi stesse, non perché siamo donne e abbiamo il dono della fertilità, ma perché siamo Essere Umano.

Ma trovo il post molto positivo ed incoraggiante, e lo rebloggo molto volentieri! P.S.: Buon 2014 🙂

Happy Child asili nidi Gioia - Maggiolina

Pubblichiamo oggi un articolo molto interessante, tradotto da Mara Celani, una mamma blogger, tutto fare in realtà!  Mara Celani, nata a Roma l’11 agosto 1959, infatti è laureata in Architettura nel 1985, è sposata dal 1987 e madre 5 volte dal 1989 al 1999. Architetto e fotografa free-lance, le sue pagine web professionali sono qui: www.quiddivinum.it
Un post che rappresenta cosa riserva la famiglia e la famiglia numerosa in quanto a felicità e difficoltà.
 
Schermata 2013-12-30 a 22.09.26
 

“La dimensione della famiglia americana media è di 2,5 persone, con una media di 0,9 bambini per nucleo familiare.  WOW! Quando ho visto questa statistica, oggi, sono rimasta impressionata dai numeri.  Il numero di figli per famiglia è drasticamente diminuito dall’ultima volta che ci avevo fatto caso.

 
Non avevo mai capito perché le persone hanno due figli finché non ho avuti figli a mia volta. Nella mia testa sono cresciuta immaginando di avere…

View original post 1.959 altre parole

Annunci

8 Risposte to “Perchè la maggior parte delle famiglie hanno (solo?!) due figli?”

  1. ireoslastrega 2 gennaio 2014 a 15:40 #

    Tira un po’ troppo in ballo Dio, per i miei gusti, ma condivido quello che scrive e sopratutto quello che scrivi tu.

    Mi piace

    • Marty 2 gennaio 2014 a 21:35 #

      ma infatti, anche io mi ritrovavo molto nel post fino a metà. quando ha detto che era il diavolo che ti diceva che eri stanca epr non avere più figli ho un po’ mollato la presa sul sentimentalismo 🙂 e poi sapevo saremmo state d’accordo 😉

      Mi piace

  2. ipadmama 4 gennaio 2014 a 21:34 #

    daccordo in parte, comunque bell’articolo…

    ti aspetto da me se ti va…

    Mi piace

    • Marty 5 gennaio 2014 a 11:11 #

      Ciao! Grazie 🙂 su cosa non sei d’accordo?

      Passo volentieri!

      Mi piace

  3. Irene 5 gennaio 2014 a 16:59 #

    Anche io quando ha cominciato a parlare di Dio mi son persa, ma sono la solita toscanaccia poco propensa ai rapporti col “piano di sopra”. Devo dire che fino all’ingresso del divino l’avevo però seguita con interesse. Soprattutto perché ora che Giorgina ha un anno, sebbene le cose non siano effettivamente diventate più facili (quella si sveglia ancora la notte, maledizione!) io mi sento più tranquilla. Più rilassata. E sento che se ne dovessi avere un’altra, di Giorgine, sarei ancora più rilassata di come sono adesso. Cioè, non sarò mai rilassata com’ero prima di avere una figlia, ma con questo avevo fatto la pace da tempo… Insomma, è vero che dopo un anno si esce dal regime dell’eccezionalità e si entra nel flusso… Immagino che un secondo figlio si inserisca direttamente nel flusso, senza la fase del panico iniziale. La cosa incoraggia, ma per adesso io mi fermo ad una… 😛 😛

    Mi piace

    • Marty 5 gennaio 2014 a 19:33 #

      Io sono dell’idea che un secondo arriverà, se arriverà, quando troveremo una casa nuova con due stanze da letto: una per noi e una per camilla & co. ) adesso e’ accettabile stare tutti insieme a dormire anche per la camera è grande, ma in due bimbi davvero no! Anche eprchè te lo immagini, all’inizio o come te anche adesso, con le sveglie notturne, se si sveglia anche la grande? un delirio!

      Però ti ammiro perché tu hai un flusso ben rodato, cavolo! sei andata persino a new york e avete camminato con Giorgina mano nella mano per le vie della città! un capolavoro! 🙂

      Mi piace

      • Irene 19 gennaio 2014 a 23:41 #

        Flusso ben rodato son parole grosse!!! Diciamo che sono entrata in una specie di transitoria fase zen (forse anticamera della follia???) in cui sto parecchio a guardare e non me la prendo a male quando intorno a noi regna il caos… Le sveglie notturne LE ODIO e se potessi rifare tutto da capo sarei più rigida nel tentare di farla addormentare da sola fin dall’inizio. Sai quelle cose un po’ new age alla Tracy Hogg, per dire… boh, magari funziona per davvero 😛 😛

        New York è stata una scommessa sul futuro, noi amiamo viaggiare e volevamo dare una sorta di sturata al gorgo di paure che ci stava un po’ intasando. Mi cagavo sotto ma è andata bene. Per fortuna, sennò addio fase zen!!!

        p.s. nei prossimi giorni provo la torta, poi ti faccio sapere!!!

        Mi piace

        • Marty 19 gennaio 2014 a 23:59 #

          Ahah, ma neanche io me la prendo a male per il caos, è simone che invece è urtato (in tutti i sensi) dalle cose in giro per casa! ma se le metto a posto sono in disordine dopo 15 inuti, che senso ha? 😀

          Guarda che io ho seguito il metodo tracy hogg dal primo giorno e sono rimasta super soddisfatta! Ora dopo l’anno sto lasciando un po’ andare e invece dovrei tenere duro e leggere anche l’altro ma poi cedo al caos e mi dico “lo leggerò domani, ora guardo un film”.

          Yeah fammi sapere per la torta! <<io l'ho rifatta e ho usato una specie di glassa cioccolatosa gia pronta della pane angeli. una goduria!

          Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: